Punte monotaglienti

Punte per scritture

Le punte per scritture che trovi in questa sezione sono frese per pantografi CNC a punta conica per la lavorazione di pietra naturale, marmo e granito. Si tratta di punte largamente utilizzate dai marmisti su macchine a controllo numerico e pantografi CNC per lavori di arte funeraria e per eseguire incisioni, scritte di lettere e finiture di bassorilievi
Queste frese per pantografo vengono anche chiamate Bulini per incisione o Punte a V perchè sono caratterizzate da un angolo specifico della punta (90°, 60°, 30° e così via).
In relazione a questo angolo quanto più in profondità ci si immerge nel materiale, tanto più larga diventa la larghezza di incisione. In base all’angolo del tagliente della punta utilizzata viene determinato il rapporto tra profondità di immersione e larghezza di incisione.

Per lavorazioni su marmo e pietra calcarea si usano “punte per scritture” in metallo duro (widia),  mentre per materiali più duri come granito, pietra lavica e materiali sintetici vengono usate punte in policristallino.

Nella pagina di ogni prodotto sono indicati i parametri di lavorazione. Questi sono parametri generici riferiti all’uso delle frese su un pantografo cnc sufficientemente “solido” che non ha vibrazioni significative.
I parametri sono modificabili in linea di massima seguendo questa regola: “più basso è il valore di profondità di taglio per passata e più alto può essere il valore di velocità di avanzamento con la quale possiamo far lavorare le punta”
Esempio:

  • con un taglio per passata di 3mm la velocità di avanzamento è di 80 – 100 mm/min
  • con un taglio per passata di 2mm la velocità di avanzamento è di 150 mm/min
  • con un taglio per passata di 0,5 – 1mm la velocità di avanzamento è di 400 mm/min

N.B.   se si aumenta la velocità di avanzamento bisogna aumentare anche la velocità di rotazione della punta.
Per quanto riguarda invece la velocità di affondamento nel materiale si consiglia una velocità non superiore a 100 – 120mm/min con un entrata a rampa che abbia un angolo di 10 – 20° rispetto alla superficie del materiale.
Si consiglia di utilizzare sempre abbondante acqua per il raffreddamento della punta.
Quasi tutte le punte sono disponibili anche in versione forata per il passaggio di acqua interno così da permettere un raffreddamento ancora più efficace.

Quando dovete eseguire un’incisione con il vostro pantografo CNC le caratteristiche principali da tenere conto sono la larghezza e la profondità che volete ottenere. Con questi dati alla mano potete sceglie la punta migliore da utilizzare.

Utilizzando queste punte, a parità di profondità, si ha una larghezza di taglio che dipende da questo angolo. Di seguito potete trovare uno schizzo che mostra la relazione tra profondità e larghezza di taglio.