FATTI DI PIETRA: DAL 3 AL 9 FEBBRAIO 2020

9 Febbraio 2020

Decimo appuntamento con la nostra rubrica settimanale Fatti di Pietra.

Il rinvio della Xiamen Stone Fair a causa del Coronavirus, gli effetti sul commercio del virus che sta bloccando la Cina. E poi ancora focus sulla Brexit, la fiera in Turchia ad Izmir dall’1 al 4 Aprile, e molte altre notizie.

1. CORONAVIRUS: ufficialmente posticipata al 6 Giugno la fiera internazionale XIAMEN Stone Fair 2020

Il comunicato ufficiale inviato a tutti i partecipanti dice:
A causa del nuovo focolaio di coronavirus in Cina e perché attribuiamo grande importanza alla salute e alla sicurezza di tutti gli ospiti che partecipano alla fiera della pietra di Xiamen. Pertanto, in base alla situazione attuale per la prevenzione e il controllo della diffusione del nuovo coronavirus, la decisione è stata presa dal comitato organizzatore che rimanderà la fiera originariamente prevista per il 16-19 marzo a Xiamen, al 6-9 giugno.

Ci scusiamo per gli eventuali disagi causati dalla riprogrammazione della fiera. Faremo del nostro meglio per organizzare correttamente il lavoro e creare un’esperienza piacevole per te a giugno. Grazie per la comprensione e il supporto continuo a Xiamen Stone Fair. Ti preghiamo di accettare i nostri sinceri auguri per il nuovo anno.

Xiamen Stone Fair Organizing Committee
28 gennaio 2020

Fiera Di Xiamen Rinviata Per Il Virus Coronavirus

2. CORONAVIRUS: economia Italia Cina in crisi (30/01/2020)

Ripercussioni economiche e commerciali per le imprese italiane che operano con la Cina a fronte del dilagare dell’epidemia di Coronavirus: impatto su consumi, import/export e turismo.

“Il nuovo coronavirus in Cina crea incertezza per le prospettive di crescita dell’economia globale, anche se parte dei rischi collegati alle tensioni commerciali sono diminuiti”: è quanto dichiarato dal presidente della FED, Jerome Powell, a margine dell’ultima riunione della Federal Reserve, durante la quale non si poteva non toccare un tasto così dolente e dal peso così rilevante per i mercati finanziari.

PMI.it, continua a leggere l’articolo qui

Coronavirus: economia Italia Cina in crisi

3. Brexit al via: effetti su commercio, viaggi, studio e lavoro

Brexit: Il 29 gennaio, il Parlamento dell’Unione europea ha approvato un accordo di recesso del Regno Unito dall’Unione Europea.

Cosa comporta per la sua attività?

· È stata evitata la possibilità di una no-deal Brexit il 31 gennaio.
· Quanto prima, ci sarà un periodo di transizione che va dal 31 gennaio al 31 dicembre 2020. Durante questo periodo, non vi saranno modifiche alla sua attività su Amazon. Ad esempio, il Programma Paneuropeo di Logistica di Amazon trasferirà comunque l’inventario in tutta Europa e la Rete logistica europea continuerà a gestire gli ordini transfrontalieri.
· Come best practice, le consigliamo di garantire la copertura standard dell’inventario, ovvero di avere scorte dalle quattro alle otto settimane.

PMI.it, continua a leggere l’articolo qui

Brexit al via: effetti su commercio, viaggi, studio e lavoro

4. Classico contemporaneo: quattro opere da non perdere ad Arte Fiera 2020 (26/01/2020)

La giornata inaugurale di Arte Fiera Bologna 2020 è stata intensa, nel vivere e comprendere le opere nella loro varietà, nell’appagare la fervida curiosità che contraddistingue gli interessati, nel percorrere diverse volte i padiglioni di labirintica vastità.

Il risultato è stato una gradevole sensazione di piacevolezza e stupore per la selezione attenta e raffinata, per la facilità di visione e l’assenza di caos, per alcuni particolari exploit di bellezza, spesso inattesi nelle manifestazioni fieristiche.

– Exibart, continua a leggere l’articolo qui

Classico contemporaneo: quattro opere da non perdere ad Arte Fiera 2020

5. Idee e talenti, viaggio dentro il laboratorio Altaroma (27/01/2020)

Per tre giorni, nel “Guido Reni district” che si affaccia sul Maxxi e che al termine di qualche anno di ristrutturazione è tornato ad ospitare Altaroma, abbiamo frequentato laboratori di tinture naturali, esaminato abiti in polvere di marmo che, in effetti, non porta solo alla silicosi se la si respira ma può essere catturata, inglobata nel poliuretano e trasformata in una sorta di pelle dalla mano viscosa, molto duttile.

Lungo tutto l’arco del weekend, abbiamo toccato borse realizzate dagli scarti della lavorazione del legno o dalla buccia di mela (quest’ultima, inevitabilmente, declinata in una borsetta dal taglio a cuore denominata “Biancaneve”), ed esaminato capi di una giovane imprenditrice russa che, dopo essersi specializzata al Polimoda di Firenze, non ha ceduto alla passione delle sue connazionali per il bling bling nuovo fiammante ma ha scelto di ricreare trench e cappotti unendone e trasformandone di vecchi, pescati dai rigattieri.

Il Foglio, continua a leggere l’articolo qui

Idee e talenti, viaggio dentro il laboratorio Altaroma

6. Incotems 2020 dal 1° gennaio 2020 è entrato ufficialmente in vigore l’aggiornamento degli Incoterms (International Commercial Terms

Ovvero l’insieme di termini istituiti dalla Camera di Commercio Internazionale di Parigi, che definiscono la ripartizione di responsabilità, costi e rischi legati alla consegna delle merci tra venditore e compratore negli scambi commerciali con l’estero.

Quali sono le principali novità degli Incoterms 2020? Rispondono all’esigenza del mercato di poter disporre di una polizza di carico con un’annotazione di messa a bordo nella regola del Free Carrier (FCA). Presentano diversi livelli di copertura assicurativa in Cost Insurance and Freight (CIF) e Carriage and Insurance Paid To (CIP). Delineano la possibilità di organizzare il trasporto con mezzi propri in FCA, Delivery at Place (DAP), Delivery at Place Unloaded (DPU) e Delivered Duty Paid (DDP). Presentano un cambiamento nell’acronimo da Delivered at Terminal (DAT) a DPU. Prevedono l’inclusione dei requisiti relativi alla sicurezza nell’ambito degli obblighi e dei costi di trasporto.

  • scarica il grafico INCOTERMS 2020 qui
Incotems 2020 dal 1° gennaio 2020 è entrato ufficialmente in vigore l’aggiornamento degli Incoterms (International Commercial Terms

7. Fiera di Izmir dall’ 1 al 4 Aprile 2020

Uno degli incontri più importanti nel settore della pietra nel mondo, MARBLE – International Natural Stone and Technologies Fair sta aprendo le porte a tutto il mondo per la 26a volta.

MARBLE accoglierà molte aziende espositrici e professionisti del settore provenienti dalla Turchia e da vari paesi a fuarizmir, il più grande e il più moderno complesso fieristico della Turchia.

Le riserve di marmo in Turchia rappresentano il 33% delle riserve di marmo in tutto il mondo, la Turchia attira anche l’attenzione con la sua varietà di marmo. La Turchia ha le riserve di marmo costituite da oltre 120 colori e 80 diverse forme.

–Lo puoi trovare qui:  Marble Izimir Fair

Marble Slider En

8. Edilizia libera, tutte le opere senza permesso

Rifare l’impianto elettrico, le tubature del bagno o i sanitari, tinteggiare le pareti, realizzare un controsoffitto: sono tutti lavori di ristrutturazione che non richiedono alcuna pratica burocratica, che si possono quindi realizzare in regime di “edilizia libera“.

L’elenco delle opere che non richiedono un titolo abilitativo (Scia, Cila o permesso di costruzione) è contenuto nel DM Trasporti 2 Marzo 2018, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 7 aprile 2018.

PMI.IT, continua a leggere l’articolo qui

Edilizia libera, tutte le opere senza permesso

9. Semenzin: «Marmo veronese è eccellenza, Verona Stone District spingerà verso nuovi mercati»

Prosegue positivamente l’attività di Verona Stone District, società consortile nata circa 3 anni fa per rappresentare il mondo delle imprese veronesi del settore del marmo, a sottolineare la tradizione che da sempre contraddistingue questa territorialità nella lavorazione e nella trasformazione della pietra naturale.

Il 2019 è stato un anno di luci ed ombre: se da una parte sono tanti i progetti e le iniziative che hanno finalmente visto una concretizzazione ed è viva l’attività di investimento delle aziende, dall’altra i mercati si mantengono incerti.

Daily, continua a leggere l’articolo qui

Semenzin: «Marmo veronese è eccellenza, Verona Stone District spingerà verso nuovi mercati»

Per oggi è tutto, Fatti di pietra tornerà presto con nuovi aggiornamenti. Se questo articolo ti è stato utile puoi condividerlo sui tuoi canali social. Alla prossima!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *