CNC, Utensili

Guida agli Utensili Diamantati per CNC

Guida Utensili Diamantati

Oggi, sia nel settore artistico, che nel settore dell’edilizia, vengono richiesti prodotti in pietra naturale (marmo, granito e altri materiali) che abbiano forme geometriche complesse e finiture particolari. Per poter realizzare questi lavori in maniera veloce (industriale) e con un grado elevato di precisione si ricorre all’utilizzo di macchine a controllo numerico e centri di lavoro. Quasi tutti i laboratori per la lavorazione della pietra hanno una o più macchine a controllo e utilizzano speciali utensili per CNC progettati per lavorare pietra naturale, marmo, granito, quarzo e i vari nuovi materiali che ogni giorno vengono sviluppati anche artificialmente. Le macchine CNC per la lavorazione della pietra utilizzano principalmente utensili diamantati come per esempio frese sinterizzate, punte elettrodeposte e dischi diamantate. Nel settore lapideo gli utensili diamantati si sono via via perfezionati ed oggi garantiscono ottime prestazioni anche nella lavorazione di materiali molto duri come granito e quarzo e dei nuovi materiali ceramici e sintetici. Utilizzare il giusto utensile diamantato, sia che si tratti di produzione di top in granito o che di incisione su marmo, è essenziale e può influire sul costo e sul tempo impiegato per ogni lavoro.

Noi di amastone collaboriamo con i più importanti produttori di utensili per CNC i quali sviluppano costantemente nuovi prodotti per soddisfare le richieste di utensili più veloci, più performanti, che durano più a lungo e che danno una finitura migliore. Se sei un marmista su amastone trovi un’ampia selezione di utensili diamantati per CNC per marmo, granito e per tutti i nuovi materiali che hai bisogno di lavorare oggi nel tuo laboratorio.


La gamma di utensili diamantati CNC per pietra comprende:

Punte diamantate per incisioni, punte per pantografi, foretti, utensili per gocciolatoio, frese a candela, mole diamantate per profili e mole per ribassi.

Scelta dell’utensile diamantato giusto

Esistono vari tipi di utensili diamantati per CNC e la loro scelta dipende da molti fattori.

5 semplici domande per scegliere l’utensile corretto

  1. Quale materiale devo lavorare Il tipo di utensile da utilizzare dipende dal materiale da lavorare. È marmo, granito, quarzo, basalto, ceramica? Ci sono tanti materiali che puoi lavorare oggi e ogni materiale ha il suo corretto tipo di diamante elettrodeposto (negli utensili diamantati per marmo), tipo di punta (widia o policristallino nelle punte da incisione per il amro e il granito rispettivamente) o legante (negli utensili diamantati per granito)
  2. Che macchina CNC utilizzo Il tipo di utensile da usare dipende dalla macchina cnc in cui lo devi usare.Se hai un pantografo cnc per l’incisione, o un centro di lavoro 5 assi per piani cucina, o un robot è intuitivo come il campo da gioco sia completamente diverso. Il tipo di macchina ci dice anche che tipo di attacco ha il mandrino e quindi il tipo di utensile e/o adattatore da usare. E’ un mandrino con attacco mezzo gas, è un mandrino con attacco mezzo gas e adattatore pinza ER? E’ un mandrino con cono ISO o HSK? A seconda della macchina e dell’attacco ho un’insieme di utensili che posso usare.
  3. Tipo di lavorazione da eseguire Utensili diversi servono a cose diverse. Per realizzare il tuo lavoro probabilmente probabilmente hai varie fasi di lavorazione che ovviamente necessitano di utensili specifici. Utensili per il taglio, l’incisione, la sgrossatura, i ribassi e così via.
  4. Precisione o livello di finitura che desidero ottenere Anche questo punto è importante da analizzare. Se voglio una finitura di qualità, forse ho bisogno di uno strumento più piccolo e di un passo più piccolo nella mia programmazione. Se invece sto facendo un lavoro che poi dovrò rifinire a mano, o un lavoro che verrà installato ad un’altezza tale da non poter vedere certi dettagli, allora potrebbe essere sufficiente una qualità media e quindi potrei decidere di usare un utensile più grosso o un passo di lavorazione più ampio.
  5. Tempo di lavorazione Questo punto è legato al precedente. Di solito il tempo necessario per completare un lavoro è inversamente proporzionale alla precisione. La scelta dell’utensile dipende da quanto veloce voglio andare. Una punta sottile non può reggere la stessa velocità di una fresa a candela.

Gli utensili di base per CNC rientrano in queste 7 categorie

  • Punte per incisione e scritture.

    Le punte da incisione sono tipicamente utilizzate su pantografi CNC 3 assi per l’arte funeraria. Sono le punte per la realizzazione di scritte e la rifinitura di bassorilievi. Possono essere in Widia, in Policristallino o elettrodeposti e tutte con attacco cilindrico da 10 mm. Per utilizzarle serve quindi un adattatore mezzo gas/pinza ER oppure un cono per pinza ER

  • Frese per sgrossature e rilievi

    Le frese per la sgrossatura sone frese utilizzate per lavorazioni più pesanti rispetto alle punte per incisione. Sono più grosse e quindi più robuste. Hanno attacco 1/2 gas o cilindrico da 10mm. Anche le frese per sgrossature possono essere in widia o elettrodeposte.

  • Frese a candela

    Le frese a candela sono utensili molto comuni e permettono di eseguire i tagli. Le frese a candela lavorano sempre “di costa”, cioè lateralmente. Se si devono fare dei tagli interni al materiale è necessario prima forare la lastra con un foretto e poi andare dentro con la fresa a candela dal foro e iniziare a tagliare. Per poter entrare nel materiale dall’altro esistono delle frese a candela particolari con il diamante anche nella parte inferiore come per esempio le testine e le frese per tagli incrementali. Come gli altri tipi di utensili le frese a candela possono essere sinterizzate (per il granito) ed elettrodeposte (per pietra e marmo). Le sinterizzate si differenziano per il tipo di legante che può essere più o meno duro. Legante tenero adatto al taglio di materiali duri e legante duro per materiali più teneri.  L’attacco delle frese a candela è generalmente 1/2 gas. Esistono tipologie frese a candela anche con attacco cilindrico da 10mm generalmente per il marmo.

  • Utensili per ribassi.

    Gli utensili per ribasso sono mole diamantate per eseguire scassi e asportazioni di materiali. Dette anche mole da scasso. Hanno attacco a flangia quindi per utilizzarle è necessario un adattatore come per esempio adattatore 1/2 pollice gas / Flangia o cono ISO e HSK con flangia.

  • Foretti diamantati.

    I foretti diamantati vengono utilizzati per  l’esecuzione di fori passanti o fori ciechi con macchine CNC. I foretti per fori passanti possono essere elettrodeposti o sinterizzati e hanno attacco mezzo gas, mentre i foretti per fori ciechi hanno attacco cilindrico da 10mm.

  • Mole da profilo.

    Le mole da profilo sono utilizzate nei centri di lavoro per la produzione di piani cucina, lavabi e tavoli. Sono utilizzate per sagomare e lucidare i bordi e possono essere sinterizzate o elettrodeposte. Esistono varie mole da profilo in base al tipo di sagoma da eseguire e allo spessore delle lastre da lavorare. L’attacco è di tipo foro (20mm, 35mm ecc) e necessitano di un cono adatto detto appunto “cono per mole da profilo”. Si utilizzano come serie composta da diverse posizioni (generalmente 5 posizioni nel marmo e 7 nel granito) che vanno dalla sgrossatura alla lucidatura.

  • Utensili per gocciolatoio.

    Gli utensili per gocciolatoio comprendono frese e dischi utilizzati per la realizzazione del canale gocciolatoio tipico nei piani cucina. Questi utensili non fanno altro che incidere la gola di vario spessore,10mm, 12mm o 15 mm. E’ possibile anche usare la serie a 4 posizioni per passare dalla incisione alla finitura lucida della gola. Gli utensili per gocciolatoio a fresa hanno attacco mezzo gas mentre i dischi hanno attacco foro 50mm

Ritorna alla lista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.