Se sei un operatore di macchine CNC hai certamente familiarità con l’utilizzo dei coni portautensili che permettono di collegare i vari utensili all’elettromandrino del centro di lavoro.
In questo articolo vederemo a cosa serve un cono mandrino, da cosa e composto e come si differenziano. Analizziamo anche le personalizzazioni da parte dei costruttori del settore marmo-vetro.

Nelle lavorazioni CNC avere una funzionalità di compensazione delle irregolarità delle superfici da lavorare è indispensabile. Una lastra non è mai perfettamente planare e le irregolarità possono inficiare il lavoro finale quando sono previste scritte e incisioni con profondità di taglio dell’ordine del millimetro.Per risolvere questo problema alcune macchine CNC forniscono la funzionalità della Planarità

Ti sei mai chiesto se la tua macchina CNC è “abbastanza veloce” ad eseguire un bassorilievo?
Perchè i tempi di esecuzione dello stesso bassorilievo, sullo stesso tipo di marmo, con lo stesso utensile e con lo stesso feed di taglio possono differire tra una macchina e l’altra?
E se potessi terminare l’esecuzione di un bassorilievo in 3 ore piuttosto che in 5 ore ?
Cosa cambia tra un CN economico ed uno professionale?

Quando si lavora il marmo il modo di utilizzare l’utensile elettrodeposto può variare ma bisogna sempre stare attenti alla resa e alle prestazioni.. Utilizzare un utensile nel modo errato porta a perdite di tempo e di soldi perchè l’utensile non viene sfruttato al 100% o viene sfruttato nel modo sbagliato.

Gli utensili manuali spiegati dal famoso scultore Peter Rockwell. In estrema sintesi la lavorazione della pietra fondamentalmente è una forma d’arte di percussione basata su martello e scalpello. Lo scultore nel video tratta tutta una serie di utensili sia a percussione che abrasivi

Quanto è preciso il vostro pantografo CNC Next ?
Perché montate motori passo passo (stepper) e non motori brushless (servomotori) ?
Qual è la velocità della macchina ?

La Nicolai Diamant offre una vasta varietà di frese a candela sinterizzate, progettate per offrire le migliori prestazioni di taglio e durata a seconda delle esigenze.
I marmisti che scegliono la giusta fresa a candela lavorano anche meglio perché sono più veloci, risparmiano, ottengono migliori risultati e consumano meno frese.

Nicolai Diamant ti offre più di 40 differenti tipologie di Frese a Candela.

La scelta della giusta fresa a candela sinterizzata può essere fatta rispondendo a 5 semplici domande:

  1. Materiale da lavorare? granito, agglomerato, ceramica
  2. Durezza del materiale? duro, medio o tenero
  3. Diametro utensile? da 16 mm fino a 24 mm
  4. Quanti settori? più settori più velocità di taglio
  5. Altezza utile di taglio? da 20 mm fino a 55 mm

Questo grafico ti aiuterà a scegliere direttamente la fresa a candela adatta alle tue esigenze. Provalo!

Una delle funzionalità molto interessanti legate al mondo delle macchine a controllo numerico per la lavorazione del marmo e del granito (ma non solo) è quella della scansione 3D di un oggetto.
Oggi quasi tutti i software di controllo per CNC hanno la funzionalità di “scansione 3D”, cercala anche nella tua macchina.
La scansione permette di acquisire la forma 3D di un oggetto solido (marmo, granito, vetro, legno o altro) e di creare un file STL che potrà essere utilizzato per la riproduzione fedele della forma acquisita con una macchina cnc.